lunedì 4 novembre 2013

Images of strategy

Il volume si rivolge a studenti e ricercatori che analizzano le strategie di gestione delle imprese. I contributi raccolti studiano l’argomento partendo da prospettive differenti e non solo teoriche, ma affrontando la complessità dell’analisi della strategia aziendale secondo molteplici approcci e possibili applicazioni. Gli autori ritengono che la strategia aziendale non debba essere vista come una struttura univoca che corra dall’alto dei livelli dirigenziali verso il basso, e viceversa, bensì che siano possibili diverse immagini o strutture attraverso cui rappresentare, analizzare e interpretare la strategia di un’impresa. I contributi offrono un’analisi dello sviluppo delle strategie attuate in diversi contesti, dalla gestione delle risorse umane ai rapporti interpersonali influenzati dalle tecnologie, dalle strategie di marketing alla gestione finanziaria d’impresa. Nella trattazione vengono impiegati metodi tipici di altre discipline, quali la psicologia, la logica, la linguistica, la statistica, la geografia e la storia. Ciascun capitolo è corredato da casi e da box esemplificativi.

CUMMINGS Stephen - WILSON David (eds.),

Images of strategy
Malden: Blackwell, 2003.


Gli argomenti del libro:
Images of strategy; Strategy as ethos; Strategy as organizing; Strategy as intention and anticipation; Strategy as orchestrating knowledge; Strategy as data plus sense-making; Strategy as creativity; Strategy as exploration and interconnection; Strategy as systems thinking; Strategy as process, power and change; Strategy as marketing; Strategy as numbers; Strategy as decision making; Strategy as orientation and animation.



In biblioteca
alla collocazione: L 658.4012 CUM IMA

mercoledì 23 ottobre 2013

The Oxford handbook of strategic sales and sales management

L'handbook raccoglie una serie di contributi di docenti universitari e di ricercatori esperti in marketing sulla pianificazione delle vendite e sul ruolo del marketing nel quadro dell'organizzazione delle imprese. Vengono presentate le posizioni più recenti sul marketing e sulla letteratura di riferimento, in particolar modo sulle decisioni strategiche in campo vendite, sull'analisi di mercato e sulla centralità dei clienti nella strategia di marketing delle imprese. Nella prima parte i contributi si soffermano sullo sviluppo a partire dagli anni Duemila delle scelte strategiche nel campo delle organizzazione delle vendite. La seconda parte descrive gli elementi principali che hanno comportato dei cambiamenti nell'organizzazione delle vendite e nella strategia del marketing, soprattutto in riferimento al mercato, ai consumatori e all'organizzazione del personale addetto alle vendite. La terza parte si concentra sull'importanza dei consumatori nelle decisioni strategiche di marketing e anche su come le strategie di marketing influenzano il comportamento dei consumatori. L'ultima parte descrive il ruolo centrale del marketing nell'organizzazione delle imprese e le relazioni con le altre funzioni aziendali.

CRAVENS David W. - LE MEUNIER-FITZHUGH Kenneth - PIERCY Nigel F. (editors),
The Oxford handbook of strategic sales and sales management.
New York: Oxford U.P., 2011.

Gli argomenti del libro:
Overview of strategic sales and management; Sales strategy and environment; Sales management; The sales force and the customer; The organization and sales relationship.


In biblioteca
alla collocazione: L 658.8 OXF


mercoledì 9 ottobre 2013

L'importanza di essere vecchi

Il volume propone le riflessioni di diversi autori esperti in materia di welfare e di tematiche legate all'invecchiamento della popolazione nei paesi industrializzati, con interesse soprattutto per l'area europea e italiana. In particolare, i contributi riguardano non solo le pensioni e i costi sociali dell'invecchiamento della popolazione, ma anche tutte le politiche volte al cosiddetto invecchiamento attivo. Si tratta di una tematica molto dibattuta nei paesi più sviluppati: l'allungamento della vita lavorativa permette da una parte di valorizzare al meglio i lavoratori anziani, con la loro esperienza e la loro competenza, dall'altra rallenta il declino cognitivo delle persone. La riflessione spazia dalle politiche sociali attuate agli strumenti che vengono in parte utilizzati dalle imprese, anche in Italia, per l'impiego dei lavoratori anziani.

TREU Tiziano (curatore),
L'importanza di essere vecchi: politiche attive per la terza età.
Bologna: Il mulino; Roma: Arel, 2012.

Gli argomenti del libro:
I costi sociali dell'essere un paese di vecchi; Investire nell'invecchiamento; Invecchiare con successo; Esperienze pilota di invecchiamento attivo in corso nelle aziende; Le politiche per l'invecchiamento attivo in Europa; Regole pensionistiche, incentivi al ritiro e occupazione degli anziani; Invecchiamento attivo e rete di aiuti informali; Ricognizione dei fabbisogni di personale delle imprese ed efficienza demografica delle aziende italiane; Il prestito vitalizio in Italia.  



In biblioteca
alla collocazione: L 331.3980945 IMP


lunedì 23 settembre 2013

La finanza pubblica italiana

Il rapporto 2013 sulla finanza pubblica in Italia analizza alcuni aspetti della politica fiscale attuata nel paese nel 2012 e nei primi mesi del 2013. In particolar modo, vengono proposti dei contributi sulla situazione dei conti pubblici, sul sistema tributario, sulla riforma della previdenza, sui servizi pubblici (la sanità) e sulla finanza locale. Si tratta di tematiche consuete nei rapporti annuali sulla finanza pubblica italiana, tuttavia gli argomenti vengono affrontati alla luce di un anno di transizione, che ha visto il passaggio da un governo tecnico (con a capo Mario Monti) a un governo di larghe intese (con Enrico Letta come Presidente del consiglio). Inoltre, tutti i fattori vengono analizzati anche di fronte al periodo di crisi economica e finanziaria internazionale, che hanno determinato le decisioni in campo economico-politico. Il rapporto 2013 contiene anche un saggio sugli interventi infrastrutturali e un capitolo sulle politiche fiscali attuate e ancora da attuare in campo energetico.

ZANARDI Alberto (curatore),
La finanza pubblica italiana: rapporto 2013.
Bologna: Il mulino, 2013.

Gli argomenti del libro:
I conti pubblici; Il sistema tributario in un anno di transizione; Dopo la riforma previdenziale; Sostegno del reddito e lotta alle povertà; Sanità pubblica; La finanza locale; Deroghe e periodi transitori nei servizi pubblici; Le infrastrutture; Tassazione ambientale e crescita sostenibile in Italia.



In biblioteca
alla collocazione: L 336.45 FIN

martedì 17 settembre 2013

Liquid surveillance

La conversazione tra i due autori ruota intorno al controllo che le tecnologie dell'informazione effettuano su chi le utilizza, sia attivamente che passivamente. A partire dalle videocamere di sorveglianza presenti ad esempio negli aereoporti, si passa alle reti su internet e ai motori di ricerca che monitorano le ricerche personali o alle carte di credito che guardano al consumatore per pianificare nuove strategie di marketing. Viene analizzata la dicotomia tra il senso di libertà che alcuni strumenti tecnologici ci offrono da una parte, e, dall'altra, le potenzialità di controllo e di sorveglianza capillare che caratterizzano questi strumenti. La riflessione tocca diverse prospettive, di tipo sociologico, culturale e politico.

BAUMAN Zygmunt - LYON David,
Liquid surveillance: a conversation.
Cambridge, UK; Malden, MA: Polity Press, 2013.

Gli argomenti del libro:
Drones and social media; Liquid surveillance as post-panoptic; Remoteness, distancing and automation; Insecurity and surveillance; Consumerism, new media and social sorting; Probing surveillance ethically; Agency and hope.


In biblioteca
alla collocazione: L 303.483 BAU LIQ

giovedì 12 settembre 2013

L'impresa delle meraviglie

Nel testo sono raccolte una serie di schede e interviste relative all'attività dal 2005 al 2013 delle imprese artigiane che partecipano a Confartigianato imprese Varese. Si tratta di esempi di piccole imprese della provincia di Varese che hanno saputo innovarsi e riorganizzarsi di fronte alla crisi economica e finanziaria scoppiata nel 2007, pur mantenendosi legate alla propria storia produttiva e alle proprie origini. In ogni scheda non solo viene descritta l'attività produttiva dell'azienda, ma anche le peculiarità relative alla strategia aziendale, alla qualità dei prodotti e alle competenze dei lavoratori. Vengono toccati diversi settori rappresentanti l'artigianato della zona, dal settore meccanico al tessile, dall'alimentare al calzaturiero, dall'edilizia alle nuove tecnologie. Sono descritte anche le strutture e gli ambienti di lavoro, sia fabbriche che botteghe.

L'impresa delle meraviglie: un viaggio nei luoghi del fare.
Varese: Confartigianato imprese Varese, 2013.

Gli argomenti del libro:
Piccola impresa: un'esperienza che si racconta ogni giorno; Ecco come faccio le scarpe al mondo; Ricette segrete e passione; Il confetto? Ha un cuore varesino; Ecco la casa del futuro; Cinquant'anni tra cosmetici; Auto, aerei o trattori; Le idee sono la vera linfa delle imprese; Datemi una piastrella, diventerà un mosaico; Apriamo le finestre all'innovazione; Il cotone con l'armatura; L'impresa sostenibile; Abito e coccole; Pasti "dop" per scuole e mense; Un mattone per le donne; Il "petrolio" made in Varese; Il destino è nelle vostre mani.



In biblioteca
alla collocazione:L 338.64250945 IMP

giovedì 29 agosto 2013

Moving images

Gli autori presentano una guida che illustra come possa essere utile l'impiego di film nell'insegnamento del management, spiegando la propria teoria in merito, le modalità, le tecniche e le opportunità che questo di insegnamento può offrire. Attraverso una serie di film e di casi applicativi che fungono da esempio pratico, vengono affrontate le principali tematiche che riguardano la gestione delle imprese, mediante film che delineano un contesto, raccontano una vicenda e descrivono dei tipi di personaggi nei protagonisti delle storie rappresentate. In questo modo, lo studente diviene parte attiva nel suo processo di apprendimento,attraverso un coinvolgimento critico, emozionale o creativo. L'argomento, l'organizzazione e la gestione delle imprese, viene affrontato attraverso diversi generi cinematografici, dal genere drammatico al poliziesco, dal thriller al film d'animazione. Le tematiche principali riguardano la leadership, la decisione aziendale, la selezione del personale, la strategia delle imprese.

BILLSBERRY Jon - CHARLESWORTH Julie - LEONARD Pauline (editors),
Moving images: effective teaching with film and television in management.
Charlotte, NC: IAP, 2012.

Gli argomenti del libro:
Die another day: teaching with film and television in management classroom; Inspirational exemplars; Critical issues; Imagining inclusion.


In biblioteca
alla collocazione: L 658.3124 MOV

giovedì 25 luglio 2013

The Oxford handbook of pricing management

Il volume raccoglie una serie di contributi di professionisti o docenti sulla determinazione dei prezzi, soffermandosi sia sugli aspetti più teorici, sia sulle applicazioni legate a singoli settori industriali o dei servizi. Dopo l'introduzione, si passano in rassegna diversi settori, entrando nello specifico della determinazione, valutazione e gestione dei prezzi, ad esempio per la fornitura di energia elettrica, per i trasporti aerei, per la ristorazione. In alcuni casi (sistema sanitario, servizi wireless, produzione di vino) gli autori si concentrano sulla situazione degli Stati Uniti d'America. La terza parte studia gli aspetti più teorici per la determinazione, analisi e gestione dei prezzi, legati al comportamento dei consumatori, all'evoluzione della domanda e all'applicazione della teoria dei giochi. Si passa poi alle strategie messe in atto nella determinazione dei prezzi e alle metodologie che ne caratterizzano i processi, tra cui il "customized pricing", cioè l'abilità del venditore di variare i prezzi sulla base delle conoscenze dei bisogni e del comportamento di una determinata tipologia di clienti. L'ultima parte si interroga sulle prospettive future in merito alla gestione dei prezzi.

ÖZER Özalp - PHILLIPS Robert,
The Oxford handbook of pricing management.
Oxford: Oxford U.P., 2012.

Gli argomenti del libro:
Pricing in selected industries; Pricing fundamentals; Pricing tactics; Organization and processes; Current challenges and future prospects.


In biblioteca
alla collocazione: L 378.101 TUR UNI

sabato 13 luglio 2013

Oltre lo studio incrementa la sua collezione…

La collezione Oltre lo studio si arricchisce continuamente di nuovi titoli, grazie ai libri e alle pubblicazioni donati da privati. Si tratta di libri di pregio, di interesse letterario o artistico, di storia locale. Ecco i titoli più recentemente inseriti nella collezione.

PUGLISI Giovanni (a cura di),
Palazzo Branciforte.
Palermo: Sellerio, c2012.

PACIAROTTI Giuseppe (a cura di),
Paolo Candiani: la fervida stagione di Courmayeur:
dipinti e disegni di architettura 1937-1973: 2-27 marzo 2013.
[S.l.]: [s.n.], stampa 2013 (Busto Arsizio: Alpha print).
 
COMOLLI Benigno M. (et al.),
Monasteri Fruttuariensi nel Seprio.
Varese : Pietro Macchione, stampa 2012.
In allegato: Badia di Ganna: antifonale monastico di rito ambrosiano.

Gruppo vocale ANTIQUA LAUS - RIGANTI Alessandro,
Badia di Ganna: antifonale monastico di rito ambrosiano.
[S.l.]: Pietro Macchione, c2012
Allegato a: Monasteri Fruttuariensi nel Seprio.

BOER Roland - KENTRIDGE William,
Mozart: die Zauberflöte.
[S.l.]: Intesa Sanpaolo; Milano: Electa: Musicom, 2012.
Contiene: 1 vol., 1 DVD-Rom, 2 CD-Rom.

BISCOTTINI Paolo - SENA CHIESA Gemma (a cura di),
Costantino 313 d.C.: l'Editto di Milano e il tempo della tolleranza.
Milano: Electa, c2012.

LEONDI Sergio,
Storia di Mediglia.
[Mediglia]: Comune di Mediglia, Amministrazione comunale, 2011.

Associazione città e siti italiani patrimonio mondiale Unesco,
Siti: trimestrale di attualità e politica culturale.
Assisi: Associazione città e siti italiani patrimonio mondiale Unesco, 2010-. 
Si possiede: 3 (ott.-dic. 2010)-4 (gen.-mar. 2011); 9 (apr.-giu. 2012).

I libri di Oltre lo studio sono disponibili in consultazione nella sala periodici.



mercoledì 10 luglio 2013

Globalization from below

Il processo di internazionalizzazione dell'economia viene in genere affrontato attraverso le attività globali delle imprese multinazionali. Nel volume, l'internazionalizzazione viene descritta "dal basso": il processo viene riconosciuto nello scambio internazionale di beni a prezzi ridotti, spesso copiati rispetto ai prodotti originali delle grandi imprese, oppure provenienti da risorse e tradizioni locali. Questo tipo di attività coinvolge persone le cui abilità nascono dalla pratica piuttosto che da percorsi formativi tradizionali (ad esempio, venditori di strada); nella maggior parte dei casi, non vengono coinvolti lavoratori stipendiati, ma commercianti in proprio oppure lavoratori impiegati attraverso lo sfruttamento del lavoro nero. Questo flusso di beni e persone si trova in una zona di confine tra attività lecite ed illecite, tra economia formale ed economia sommersa. I settori in cui maggiormente avvengono questo tipo di attività sono quello dell'abbigliamento e delle calzature (es.: copia delle originali scarpe Nike o Adidas), dei cellulari e della musica (Cd musicali). Sebbene si tratti di un processo diffuso in tutto il mondo, non sempre riconosciuto perché non quantificabile con studi economici e statistici tradizionali, le zone maggiormente interessate sono i paesi in via di sviluppo, tra cui Cina e Brasile, ma anche la tradizionale via del sale (Cina-Egitto), il Messico e alcune zone degli Stati Uniti d'America, dove si diffondono i mercati di prodotti provenienti dall'est asiatico, in corrispondenza di una forte immigrazione da questi paesi.

MATTHEWS Gordon - RIBEIRO Gustavo Lins - ALBA VEGA Carlos,
Globalization from below: the world's other economy.
London; New York: Routledge, 2012.

Gli argomenti del libro:
Following the new Silk Road between Yiwu and Cairo; They come from China; Ciudad del Este and Brazilian circuits of commercial distribution; Neoliberalism and globalization from below in Chungking Mansions, Hong Kong; Illegalism and the city of Sao Paolo; Hong Kong petty capitalists investing in China; From secondhand clothing to cosmetics; Mexican "ant traders" in the El Paso/Ciudad Juarez border region; African traders in Guangzhou; In the shadow of the mall; Localism meets globalization at American street market; Local politics and globalization from below.


In biblioteca
alla collocazione:L 338.9 GLO

mercoledì 3 luglio 2013

Innovations in international business

 L'autore, docente ed esperto del settore delle imprese internazionali da oltre trent'anni, raccoglie alcuni suoi scritti relativi alle imprese multinazionali, alcuni dei quali redatti con altri importanti esperti. La prima parte riguarda la formazione e l'evoluzione delle imprese multinazionali dal punto di vista storico e tenendo conto della posizione di diversi
economisti in merito e, soprattutto, delle linee teoriche delle ricerche nel campo. La seconda parte si concentra maggiormente sugli aspetti più innovativi delle imprese multinazionali, in relazione al ruolo centrale dell'impiego di "intangible assets", cioè dello sviluppo di marchi e brevetti e, più in generale, di tutto ciò che riguarda lo sviluppo e la
diffusione della conoscenza e dell'innovazione. L'ultima parte riguarda il ruolo delle imprese multinazionali e della loro strategia innovativa per le conoscenze, lo sviluppo economico e l'internazionalizzazione dell'economia dei paesi asiatici, in particolar modo per la Cina e il Giappone.

BUCKLEY Peter J.,
Innovations in international business.
Basingstoke: Palgrave Macmillan, 2012.

Gli argomenti del libro:
Business history and international business; Internalisation thinking; The theory of international business pre-Hymer; The governance of multinational enterprise; Formalizing internationalization in the eclectic paradigm; The impact of the global factory on economic development; Under what conditions do firms benefit from the research efforts of other organizations?; The role of internationalization in explaining innovation performance; Knowledge accession and knowledge acquisition in strategic alliances; Do managers behave the way theory suggests?; The role of headquarters in the global factory; Close neighbours and distant friends; Doing business in developing and transitional countries; The rise of the Japanese multinational enterprise; Japanese multinational enterprise in China.


In biblioteca
alla collocazione: L 658.049 BUC


lunedì 1 luglio 2013

Handbook of critical issues in finance

Il volume raccoglie una serie di contributi su un'ampia gamma di argomenti legati al mondo della finanza, scritti da docenti e ricercatori provenienti da università e istituti di economia di diversi paesi. Si tratta di un volume rivolto agli studenti o a chi vuole approfondire e analizzare alcuni aspetti specifici della finanza, ampliando e approfondendo ogni argomento rispetto a quanto viene in genere trattato nei manuali più tradizionali. Secondo quest'approccio, vengono affrontati alcuni argomenti tipici della finanza, tra cui le forme d'investimento, il rischio finanziario, il ruolo delle banche centrali, la finanza dei paesi in via di sviluppo, la globalizzazione e la crisi finanziaria. Alcuni capitoli riguardano invece temi meno dibattuti, come ad esempio l'attività finanziaria e il ruolo delle banche nei paesi islamici o la possibilità di un'unione monetaria in Asia. Altri contributi presentano il pensiero finanziario di alcuni economisti (John Maynard Keynes, Thorstein Veblen, Hyman Philip Minsky, Karl Marx).
 
TOPOROWSKI Jan - MICHELL Jo (editors),
Handbook of critical issues in finance.
Cheltenham; Northhampton, MA: Elgar, 2012.

Gli argomenti del libro:
Asian monetary union; Bad banks; Bank regulation; Capital controls; Capital market inflation; Central bank policy; Central banks; Commodity markets; Cooperative banking; Credit cycles; Emerging markets; The exchange rate; Financial crises; Financial fragility; Financial Keynesianism; Financial markets in developing countries; The Iceland crisis; Islamic banking; The methodology of finance; Tax havens.


In biblioteca
alla collocazione: L 332 HAN

mercoledì 19 giugno 2013

The BRICS report

Nel volume viene proposta un'analisi dei Brics condotta dai ministeri della finanza e dalle banche centrali dei singoli paesi (Brasile, Russia, India, Cina, Sudafrica). Il primo capitolo presenta la crescita economica dei Brics e le loro peculiarità nei diversi settori di produzione. Viene riservato un ampio spazio anche al settore finanziario (gestione del debito pubblico, banche, credito), ripreso nel secondo capitolo più dettagliatamente e in relazione alla crisi finanziaria che ha colpito i mercati finanziari globali nel biennio 2008-2009. I capitoli successivi si soffermano sui fattori e sui cambiamenti significativi che hanno maggiormente contribuito alla crescita economica dei Brics, tra cui l'impiego di risorse energetiche rinnovabili, la ricerca, l'impiego di nuove tecnologie, le riforme sociali e politiche. Infine il volume si conclude con una riflessione sulle possibili strade da percorrere per la cooperazione economica e finanziaria tra i Brics stessi.

The BRICS report: a study of Brazil, Russia, India, China, and South Africa
 with special focus on synergies and complementarities.
New Delhi: Oxford U.P., 2012.

Gli argomenti del libro:
Overview of Brics; Impact of the financial crisis on Brics; Best practices; Major challanges; Brics cooperation.


In biblioteca
alla collocazione: L 338.9172 BRI


sabato 8 giugno 2013

Leadership e organizzazione

Vengono raccolte una serie di interviste a persone che dirigono le loro organizzazioni e che si contraddistinguono per le loro peculiari esperienze professionali di direzione. La riflessione riguarda le caratteristiche, le competenze e le capacità che rientrano nella definizione di leadership. Le persone intervistate non sono necessariamente dirigenti d'imprese, ma rivestono una molteplicità di figure professionali, in una rassegna di tipi di leadership e di capacità organizzative e dirigenziali diverse. Ad esempio, vengono intervistati professionisti del mondo giuridico (un magistrato, un avvocato), un ammiraglio e un generale, il direttore di un'orchestra e l'amministratore di un hotel, ma anche un monsignore e uno chef. Sono figure di dirigenza in organizzazioni diverse dalle imprese, ma in cui si possono riscontrare i tratti tipici della leadership. Il volume è diviso in due parti: nella prima si procede ad una introduzione degli intervistati e ad una riflessione sul loro ruolo; nella seconda si riportano le interviste integrali.

BONIARDI Renato - LUPI Chiara - REBORA Gianfranco,
Leadership e organizzazione: riflessioni ed esperienze di "altri" manager.
Milano: ESTE, 2012.

Gli argomenti del libro:
La leadership; La dimensione valoriale della leadership; La valorizzazione della persona; La leadership come passione; La ricerca di equità; La leadership come servizio; La tenacia e l'impegno; La dedizione al cliente; L'organizzazione; La sintesi organizzativa; La resilienza dell'organizzazione; Alle frontiere della scienza dell'organizzazione; La "danza fluida" del lavoro professionale; L'unicità dell'organizzazione; La qualità oltre gli standard; La solidità organizzativa dell'istruzione; Le interviste.


In biblioteca
alla collocazione: L 658.4092 BON LEA

lunedì 3 giugno 2013

Managing retailing

Scritto da due docenti di prestigiosi istituti di business indiani, il volume delinea le principali teorie relative al commercio al minuto, supportando i concetti chiave con studi di caso che, tra l'altro, rappresentano imprese e realtà particolari dell'economia emergente dell'India. Viene innanzitutto definito il retailing mediante un percorso storico attraverso le principali teorie, per quel che riguarda sia lo sviluppo del retail che la gestione del processo di retailing. Vengono focalizzati alcuni aspetti fondamentali per le scelte strategiche del retailing, tra cui il comportamento dei consumatori in India, i metodi di scelta della location, dell'arredamento e del design dei negozi, la strategia di marketing da mettere in atto e, infine, la pianificazione dei prezzi dei prodotti. Inoltre, il secondo capitolo descrive la peculiare situazione del settore del commercio al minuto in India, ampliandone, nel capitolo successivo, le correlazioni prima tra il mercato indiano e gli altri paesi asiatici, poi tra India e il contesto globale rappresentato dal mercato statunitense e da quello europeo. Il volume si rivolge agli studenti di economia ma anche a professionisti operanti nel mondo del retailing, grazie ai numerosi studi di caso e agli esempi che supportano gli argomenti trattati in ciascun capitolo del volume.

SINHA Piyush Kumar - UNIYAL Dwarika Prasad,
Managing retailing.
2nd ed. New Delhi: Oxford U.P., 2012.

Gli argomenti del libro:
The domain of retailing; Indian retail industry; understanding shopping and shoppers; Delivering value trough retail formats; Deciding location; Category management; Supply chain management; Retail buying; Store layout and design; Retail marketing strategy; Point of purchase communication; Establishing a pricing strategy; Building store loyalty; The shop as a social entity; Techology in retailing.

 
In biblioteca
alla collocazione: L 658.8700954 SIN MAN

martedì 21 maggio 2013

The Oxford handbook of the economics of the biopharmaceutical industry

Il volume propone una serie di contributi di esperti di economia del settore farmaceutico, nella maggior parte dei casi docenti o ricercatori presso le università degli Stati Uniti d'America. La prima parte del volume è dedicata al ruolo dell'innovazione dell'industria farmaceutica, in particolar modo sugli investimenti nel settore della ricerca e sviluppo per quanto riguarda lo sviluppo di nuovi medicinali. Vengono presi in esame i costi e i guadagni che questo settore comporta, le relazioni tra il finanziamento della ricerca e i movimenti dei mercati finanziari, i fattori di rischio. Vengono descritte anche le procedure per la regolamentazione della presentazione e distribuzione di nuovi prodotti medicinali oltre che gli aspetti legati ai brevetti. La seconda parte del volume analizza le molteplici dimensioni del mercato cui si rivolge l'industria farmaceutica, le imprese e le fusioni di settore, la domanda e l'offerta dei prodotti medicinali.


DANZON Patricia M. - NICHOLSON Sean (editors),
The Oxford handbook of the economics of the biopharmaceutical industry.
New York: Oxford U.P., 2012.

Gli argomenti del libro:
R&D costs and returns to new drug development; Financing research and development; Cost of capital for pharmaceutical, biotechnology, and medical device firms; The regulation of medical products; Incentives to innovate; Patents and regulatory exclusivity; Pricing and reimbursement in US pharmaceutical markets; Regulation price and reimbursement for pharmaceuticals; Drugs and vaccines for developing countries; Insurance and drug spending; Consumer demand and health effects of cost-sharing; Measuring value; Price indexes for prescription drugs; Empirical evidence on the value of pharmaceuticals; Promotion to physicians and consumers; The economics of vaccines; Mergers, acquisitions, and alliances.



In biblioteca
alla collocazione: L 338.4761519 DAN OXF 

sabato 11 maggio 2013

The Oxford history of contemporary Indian business

La storia economica dell'India dal 1947 alla fine degli anni Novanta del 20. secolo viene descritta nelle sue dinamiche specifiche e nell'influenza reciproca tra le attività economiche e le vicissitudini politiche del paese. La prima parte del volume si occupa della politica economica del primo ministro Jawaharlal Nehru, che dopo l'indipendenza salì al potere e attuò una politica di intervento statale in campo economico. Vengono descritte anche le prime esperienze di industrie private, piccoli gruppi imprenditoriali, nuove imprese e le prime multinazionali. In seguito, la tendenza ad una liberalizzazione delle attività economiche e il clima diffuso di riformismo in tutti i settori (dalla sanità all'educazione, dai servizi pubblici alla politica industriale ed agraria) conduce l'India ad un progressivo sviluppo economico, caratterizzato dalle spinte innovatrici da una parte e dal rispetto della tradizione dall'altra. Il volume si rivolge a studenti, docenti, ricercatori e a coloro che si interessano di storia economica.

TRIPATHI Dwijendra - JUMANI Jyoti,
The Oxford history of contemporary Indian business.
New Delhi: Oxford U.P., 2013.

Gli argomenti del libro:
Indian business at indipendence; Indipendence: a new business climate; Private enterprise in the Nehru era; Free enterprise in the Nehru era; Public sector in the Nehru era; The tumultuous decade; Response to proto-liberalization; Into a new age; Chruning in the private sector; Crisis in family business; Business education and the rise of managerial class; On structure and strategies.



In biblioteca
alla collocazione: L 330.954 TRI OXF


sabato 4 maggio 2013

Marketing cube

Gli autori descrivono l'evoluzione del marketing in Italia, che soprattutto a partire dagli anni duemila è stato influenzato dall'applicazione delle tecnologie digitali e di Internet. La prima parte del volume delinea lo sviluppo del marketing in Italia prendendo in esame specifici settori, quali quello dei servizi sanitari, delle attività culturali, dello sport, e in specifici campi, come il marketing politico e il marketing religioso. Si passa poi alla descrizione delle nuove dimensioni del marketing, tra cui il marketing relazionale e il marketing esperienziale, introducendo alcuni casi aziendali, come Illy, Ikea, Armani e soprattutto Fiat. Alcuni capitoli sono infatti dedicati al caso Fiat, che tra il 2004 e il 2005 lancia una nuova strategia di comunicazione e di promozione del brand, sopratutto con il lancio della nuova Fiat 500. Tra le linee innovative del marketing, vengono affrontate ad esempio le strategie di geomarketing, o marketing locale, volto allo sviluppo del marketing relativo ad un territorio di dimensioni ridotte e a un gruppo di consumatori locali, e, soprattutto, di digital marketing, con l'impiego di Internet e di altri strumenti ad esso collegati (blog, email, reti sociali su Internet, tra cui Facebook e Twitter). L'ultima parte riguarda applicazioni particolari del marketing, nei servizi pubblici, nel settore dell'intrattenimento e delle politiche di sostenibilità sociale da parte delle imprese.

CHERUBINI Sergio - PATTUGLIA Simonetta,
Marketing cube: electronic, emotional, experiential.
Milano: Egea, 2012.

Gli argomenti del libro:
Il marketing in evoluzione; Le nuove dimensioni del marketing; Nuovi strumenti di marketing; Il marketing digitale ovvero la "digital influence"; Nuove applicazioni.


In biblioteca
alla collocazione: L 658.800945 CHE MAR 


mercoledì 24 aprile 2013

The Oxford handbook of corporate social responsibility

Il volume raccoglie alcuni contributi per una visione complessiva del dibattito e della ricerche in corso sulla responsabilità sociale delle imprese. I contributi sono redatti da esperti di settore, docenti o professionisti, per cui quello che emerge è un quadro delle molteplici prospettive attraverso cui viene affrontato l'argomento, come altrettanto diversificate risultano essere anche le definizioni della responsabilità sociale. L'approccio è interdisciplinare: oltre alle scienze più prettamente economiche (finanza, marketing, management, contabilità, etica economica) vengono coinvolte anche il diritto, la politica, la sociologia e le relazioni internazionali. Il volume è strutturato in sette parti: dopo un'introduzione, la seconda parte decorre da una prospettiva storica per passare poi ad una delucidazione delle teorie sulla responsabilità sociale. La terza parte descrive le potenzialità e i punti critici della responsabilità sociale, mentre nelle due sezioni successive si entra nel concreto dell'argomento, con una riflessione sugli attori protagonisti della responsabilità sociale, come dirigenti, investitori e governi, e sulle strategie adottate dalle imprese in merito. La sesta parte si occupa di responsabilità sociale nel processo di internazionalizzazione dell'economia, tenendo anche conto delle nuove aree geografiche in via di sviluppo. Infine, il volume si conclude con le possibilità di sviluppo futuro nella ricerca e nello studio della responsabilità sociale.

CRANE Andrew (editor),
The Oxford handbook of corporate social responsibility.
Oxford: Oxford U.P., 2008.

Gli argomenti del libro: 
Introduction; Perspectives on corporate social responsibility; Critiques of corporate social responsibility; Actors and drivers; Managing corporate social responsibility; Corporate social responsibility in global context; Future perspectives and conclusions.


In biblioteca
alla collocazione: L 658.408 OXF


giovedì 18 aprile 2013

Economia come scienza sociale

Gli studi in onore di Alberto Quadrio Curzio raccolgono diversi contributi scritti da colleghi, amici e studiosi. Il volume non vuole essere una biografia dell'economista, ma rende la complessità del pensiero economico italiano a cui Alberto Quadrio Curzio contribuisce. Nella prima parte si concentra su tematiche riguardanti la figura di Alberto Quadrio Curzio come economista politico, in particolare a riguardo del rapporto tra economia e istituzioni. Viene presentato il processo di sviluppo economico italiano, dagli anni '60 alle più recenti esperienze di integrazione con il resto d'Europa. Vengono affrontati anche temi più specifici, come il federalismo fiscale, la gestione dei servizi pubblici e le crisi economiche. La seconda parte raccoglie saggi più inerenti alle teorie economiche, alla gestione delle risorse (capitale umano, risorse naturali) e all'innovazione delle imprese (impiego delle nuove tecnologie). Il volume ha come obiettivo quello di delineare il sapere economico italiano, coniugando la tradizione con le nuove dinamiche provenienti dall'Europa e dal contesto internazionale.

ANTONELLI Gilberto (curatore),
Economia come scienza sociale: teoria, istituzioni, storia: studi in onore di Alberto Quadrio Curzio.
Bologna: Il mulino, 2012.

Gli argomenti del libro:
Un economista politico: tematiche, metodo e implicazioni di politica economica; Economia liberal-sociale, istituzioni, sviluppo; Economia politica, risorse e dinamica economica.


In biblioteca
alla collocazione: L 330.1 ECO

lunedì 15 aprile 2013

Handbook of research on social entrepreneurship

Il volume raccoglie una serie di contributi sulla dimensione sociale delle imprese e soprattutto dell'imprenditorialità. La crisi economica e finanziaria iniziata nel 2008 ha comportato una serie di ripensamenti sull'economia capitalistica e sulla politica finanziaria adottata nei paesi del mondo occidentale tra gli anni Novanta e i primi anni del 21. secolo. In particolar modo, i contributi presentano l'imprenditorialità come protagonista di un processo che pone al centro dell'attività economica degli obiettivi che riguardino non solo il guadagno e l'investimento, ma anche la tutela delle condizioni socio-economiche e della coesione sociale. Dopo la definizione di imprenditorialità sociale e di imprese sociali, la seconda e la terza parte si concentrano su come si presentano le imprese sociali e sul ruolo degli investitori e degli altri attori aziendali ai fini della dimensione sociale dell'impresa. L'argomento è analizzato da prospettive diverse, sia per le imprese nate in Europa che per le imprese presenti in paesi in vie di sviluppo.

FAYOLLE Alain - MATLAY Harry (editors),
Handbook of research on social entrepreneurship.
Cheltenham; Northampton, MA: Elgar, 2010.

Gli argomenti del libro:
Social entrepreneurship: a multicultural and multidimensional perspective; A conceptual and definitional perspective of social entrepreneurship; A contextual perspective of social entrepreneurship; A strategic perspective of social entrepreneurship.



In biblioteca
alla collocazione: L 378.101 TUR UNI

giovedì 11 aprile 2013

Una sfida al capitalismo italiano: Giuseppe Luraghi

Nel volume la biografia di Giuseppe Eugenio Luraghi si intreccia con la storia economica e industriale d'Italia attraverso un arco temporale piuttosto ampio, che va dalla fine degli anni Venti fino agli anni Settanta del Novecento. Giuseppe Luraghi, figura manageriale nuova all'interno del panorama capitalistico italiano dominato dalle famiglie proprietarie delle grandi aziende, riesce a ritagliarsi il proprio spazio decisionale e a mostrare le proprie competenze nella gestione aziendale e nell'organizzazione della produzione e del lavoro, nel corso delle sue esperienze lavorative presso grandi industrie italiane come Pirelli, Sip, Finmeccanica e Alfa Romeo. In particolar modo, il volume si concentra sul periodo in cui Luraghi lavorò per Alfa Romeo, contribuendo a renderla una delle industrie automobilistiche di riferimento sia in Italia che all'estero, anche grazie alla progettazione della Giulietta.

POZZI Daniele,
Una sfida al capitalismo italiano: Giuseppe Luraghi.
Venezia: Marsilio, 2012.

Gli argomenti del libro:
La solitudine del manager; La formazione; Verso la grande impresa; L'esperienza multinazionale; La Pirelli fra management e famiglia; Luraghi alla SIP; Finmeccanica e Alfa Romeo nella ricostruzione; La questione organizzativa di gruppo; I problemi della produzione e della programmazione; Gli aspetti commerciali e l'immagine Finmeccanica; Il rapporto con l'azionista pubblico; Impresa e mercati: la parentesi Lanerossi; La ricostruzione dell'autonomia; La strategia aziendale; La stagione dei constrasti; Lo scrittore che salva le industrie; Padri e figli; Capi si diventa?



In biblioteca
alla collocazione: L 338.76092 POZ SFI

mercoledì 10 aprile 2013

Rapporto sanità 2012

Il rapporto 2012 sulla sanità in Italia raccoglie una serie di contributi sulla strategia adatta al contenimento dei costi dei servizi sanitari, soprattutto di fronte alla crisi economica e finanziaria iniziata nel 2008. L'obiettivo è quello di un risparmio che rispetti il diritto alla salute dei cittadini, presentato nella prima parte del volume come un bene fondamentale, unito al diritto all'assistenza sanitaria. I servizi sanitari rientrano nelle politiche sociali e assistenziali, perciò il contenimento dei costi riguarda la politica ad ogni livello, come  la seconda parte del volume si sofferma sugli interventi statali e regionali in Italia in merito alle scelte di strategia per il risparmio e alla pianificazione dei costi. In particolar modo, l'organizzazione delle aziende sanitarie locali, i piani regionali e la cooperazione territoriale dei distretti sono elementi di razionalizzazione delle spese e allo stesso tempo di mantenimento del servizio. L'ultima parte propone una serie di interventi sul trattamento delle malattie croniche, sulle politiche di prevenzione e sul rispetto dei livelli essenziali di assistenza (LEA) da parte del Servizio sanitario nazionale.

GENSINI Gian Franco (curatore),
Rapporto sanità 2012: strategie per il contenimento dei costi in sanità 
tra esigenze cliniche, organizzative ed economiche.
Bologna: Il mulino, 2012.

Gli argomenti del libro:
Scelte per la salute; Salute e servizi sanitari; Strategie di contenimento dei costi ai diversi livelli di governo; Analisi e prospettive di intervento.


In biblioteca
alla collocazione: L 362.10945 RAP

 

martedì 26 marzo 2013

Dialoghi internazionali: città nel mondo

La collezione Oltre lo studio accoglie alcuni numeri del periodico Dialoghi internazionali: città nel mondo, una pubblicazione sulla dimensione internazionale e globalizzata della città. Le città vengono analizzate nel loro tessuto sociale ed economico, anche attraverso la descrizione delle persone, delle idee e dei progetti che si contraddistinguono nelle attività urbane per la loro proiezione al futuro. Per questo motivo, le tematiche affrontate sono diverse, dalle attività produttive tradizionali sviluppate nel territorio all'innovazione tecnologica e al design, dalla progettazione urbanistica alle dinamiche sociali arricchite dai nuovi movimenti migratori. In ogni numero, uno spazio piuttosto ampio è dedicato a Milano, città che nel contesto italiano assume un ruolo di ponte verso il panorama internazionale, attenta alla rivalutazione del locale ma proiettata verso una dimensione globale, tanto da essere anche definita "glocal city". Milano viene descritta nei suoi rapporti con le altre città italiane, nelle sue scelte architettoniche e costruttive, nelle sue eccellenze produttive e di design caratterizzato da un made in Italy attento alla modernità e agli stimoli delle innovazioni straniere.

Dialoghi internazionali: città nel mondo.
Milano: B. Mondadori, 2006-   .
Si possiede: 9 (2008) ; 16 (2011)-18 (2012).

Argomenti del n. 18 (2012):
Nodi: Milano oltre Milano; Vite della città; Pensieri spettinati; Sulle trasformazioni urbane del XXI secolo: urbanisti cinesi in Africa; Lavori di scavo.


In biblioteca
Disponibile in consultazione

lunedì 18 marzo 2013

L'industria nei 150 anni dell'unità d'Italia

Il volume ripercorre la storia delle industrie dall'unità d'Italia fino al 2011, in occasione dell'anniversario dei 150 anni dall'unità. I contributi sono scritti sia da esperti del settore economico-industriale italiano, che ne descrivono le linee di sviluppo e le peculiarità, sia da storici, i quali analizzano il ruolo di alcuni personaggi che hanno guidato gli orientamenti di politica economica italiana a partire dall'unificazione. La prima parte si sofferma sulle modalità di sviluppo della prima industria italiana e sulla preparazione tecnico-scientifica che guidò lo sviluppo industriale tra Ottocento e Novecento, presentando la fondazione del Politecnico di Milano e le figure di Francesco Brioschi e di Giuseppe Colombo. I capitoli successivi entrano nella specificità dell'industria in Italia e del made in Italy, occupandosi dell'evoluzione di alcuni settori industriali, come quello energetico, chimico, siderurgico e automobilistico. La dimensione storica è accompagnata dalla descrizione delle peculiarità dei prodotti italiani, delle esportazioni e delle relazioni con i mercati stranieri, in particolar modo nel panorama europeo. L'ultima parte raccoglie alcuni interventi sull'industria alimentare, riferendosi anche alla produzione agricola, e sulla storia del tessile e dell'abbigliamento nella penisola italiana, caratterizzata sia dalle piccole e medie imprese, sia dalla presenza dei grandi marchi della moda.

QUADRIO CURZIO Alberto - FORTIS Marco (curatori),
L'industria nei 150 anni dell'unità d'Italia: paradigmi e protagonisti.
Bologna : Il mulino, 2012.

Gli argomenti del libro:
Paradigmi e protagonisti dell'industria italiana; Risorgimento politico e Risorgimento economico;
La cultura politecnica e l'industria; L'energia elettrica; Petrolio e gas; La chimica; La siderurgia italiana; Il sistema dell'auto, i suoi paradigmi e i suoi protagonisti; I contributi delle "4 A" del made in Italy e dei distretti industriali nella storia dell'export italiano; L'industria alimentare italiana dall'Unità alla globalizzazione; Il tessile e l'abbigliamento nella storia unitaria tra preminenza e ricorsività.


In biblioteca
alla collocazione:L 338.0945 IND

sabato 9 marzo 2013

The Oxford handbook of business and government

Il volume raccoglie una serie di contributi autorevoli sulle relazioni che intercorrono tra le attività economiche e i governi, secondo prospettive multidisciplinari. In particolar modo, la prima parte affronta i rapporti tra business e le forme di governo dal punto di vista delle scienze politiche, della storia economica, del diritto e degli studi aziendali. Si entra poi nello specifico delle relazioni istituzionali tra impresa e Stato, ad esempio il comportamento dei governi democratici di fronte a fenomeni come la diffusione delle imprese multinazionali; oppure nelle scelte di politica economica, soprattutto in merito alle teorie sul mercato libero e sulla separazione tra economia e politica, alle diverse forme di capitalismo sviluppate nel corso del 20. secolo, al comportamento dei partiti politici. Nella terza parte vengono confrontati i sistemi economici di diverse aree economiche, tra cui  Stati Uniti, l'Unione Europea, la Cina, il Giappone e il Sud America. Le ultime parti si occupano della regolamentazione dei mercati internazionali e delle tematiche più discusse nelle relazioni tra attività economiche e politica, quali la responsabilità sociale delle imprese, il rispetto per l'ambiente, la sicurezza alimentare, la politica sociale, la concorrenza e l'informazione economica.

COEN David - GRANT Wym - WILSON Graham (editors),
The Oxford handbook of business and government.
Oxford; New York: Oxford U.P., 2011.

Gli argomenti del libro:
Diciplinary perspectives; Firm and state; Comparative business systems; Changing market governance; Policy.


In biblioteca
alla collocazione:L 322.3 OXF

venerdì 22 febbraio 2013

The Oxford handbook of economic forecasting

Il volume raccoglie gli interventi di esperti mondiali in diversi settori, che insieme contribuiscono ad avere una visione complessiva dei concetti chiave in materia di previsioni economiche, sia per quanto riguarda le tecniche e i modelli impiegati, sia in merito a specifiche applicazioni. I contributi raccolti sono organizzati in sei parti, la prima delle quali si occupa dei modelli di previsione e dei metodi più utilizzati o più efficaci, prendendo in considerazione ad esempio i parametri selezionati per le previsioni o i processi stocatistici. Nella parte successiva si passa alla definizione di alcuni dati utili nelle previsioni economiche (prodotto interno lordo) e all'importanza di una regolarità nella revisione dei dati. La terza parte si occupa di modelli econometrici specifici per alcuni casi di previsioni, ad esempio per le interruzioni strutturali. Dopo una serie di contributi sulla valutazione delle previsioni, le parti successive sono dedicate ad applicazioni specifiche, tra cui la previsione in campi finanziario e alcune speciali aree di interesse, le previsioni climatiche, la crescita demografica, i mercati delle risorse energetiche, l'economia sanitaria e le elezioni politiche.

CLEMENTS Michael P. - HENDRY David F. (editors),
The Oxford handbook of economic forecasting.
New York [etc.]: Oxford U.P., 2011.
Gli argomenti del libro:
Forecasting models and methods; Data issues; Forecasting and structural breaks; Forecast evaluation; Financial forecasting; Special interest areas.


In biblioteca
alla collocazione: L 338.5442 OXF

venerdì 15 febbraio 2013

Oltre lo studio incrementa la sua collezione…

La collezione Oltre lo studio si arricchisce continuamente di nuovi titoli, grazie ai libri e alle pubblicazioni donati da privati. Si tratta di libri di pregio, di interesse letterario o artistico, di storia locale. Ecco i titoli più recentemente inseriti nella collezione.  

CECCHETTO Stefano - GNANI Mariella (curatori), 
Dalla figura alla figurazione nel Novecento italiano. 
Cinisello Balsamo: Silvana Editoriale, c2011.

DA RIOS Giovanni, 
Settemila anni di strade.
   
Milano: EDI-CEM, 2010.

DE CEGLIA Paolo (curatore),   
Scienziati di Puglia : secoli 5. a.C.-21. d.C. 
Bari: Adda, c2007. 

FERRARI Donatella - MACCHIONE Pietro - DAVERIO Philippe (prefazione),   
Varese in the world.   
[Varese]: Unione degli industriali della Provincia di Varese; [S.l.]: Pietro Macchione, c2012.  

MACCHIONE Piero,  
Enrico Tosi: vent'anni di passione politica e sociale tra Busto Arsizio, Varese e Roma: 1945-1962.
Varese: Pietro Macchione, 2012. 

PONZONE Pierpaolo - TOSI Emanuele (curatori), 
Negli anni Duemila: il primo decennio nel nuovo secolo 2001-2011. 
Busto Arsizio: Rotary Club Busto Arsizio-Gallarate-Legnano "La Malpensa", c2011.

SPIRITI Andrea (curatore), 
Villa Perabò a Varese. 
[S.l.]: Fondazione comunitaria del Varesotto Onlus, c2011.  

SQUIZZATO Gilberto 
Libera Chiesa: storie di cristiani a cui non è mai piaciuto il potere. 
Roma : Minimum fax, c2012.  

I libri di Oltre lo studio sono disponibili al piano terra della biblioteca.



mercoledì 6 febbraio 2013

The Oxford handbook of business ethics

L'etica applicata alle attività economiche viene delineata mediante una serie di contributi di studiosi ed esperti dell'argomento, fornendo una molteplicità di prospettive attraverso cui può essere studiato il rapporto tra etica ed affari economici. Per questo motivo, la provenienza culturale e intellettuale degli autori è diversificata, partendo da professori di filosofia, per passare ad esperti di management, di economia, di scienze politiche e di diritto. Dopo aver definito l'etica applicata alle attività economiche dal punto di vista filosofico, teorico e metodologico, si passa alle applicazioni nei diversi campi. Innanzitutto, si introduce la responsabilità sociale delle imprese, che comporta dei limiti etici alle attività economiche, al capitalismo, alle strategie manageriali; si passa al campo dei diritti umani, soprattutto per il settore dei prodotti medico-farmaceutici. Viene poi descritto il ruolo delle politiche governative in termini di intervento nelle attività economiche, nel caso ad esempio del proliferare di multinazionali o comunque all'interno del processo di internazionalizzazione economica, per cui le imprese devono tener conto delle tradizioni e del background culturale che incontrano. Altri temi dibattuti riguardano l'etica applicata alle informazioni per le attività economiche; la responsabilità delle imprese nei confronti dei lavoratori, in termini di organizzazione del lavoro ma anche di anti-discriminazione razziale; l'atteggiamento delle imprese nel campo della tutela dell'ambiente. Alcuni contributi si soffermano su tematiche quali il conflitto di interessi, la corruzione e il rapporto con il potere politico.

BRENKERT George G. - BEAUCHAMP Tom L.,
The Oxford handbook of business ethics.
New York: Oxford U.P., 2012.
Gli argomenti del libro:
Basic philosphical issues; Competitive markets and corporate responsibility; Universal norms and the relativity of moral judgments; The use and protection of information; Incentives and influence; Employee rights and corporate responsibilities; Safety, risk, and harm; Creating moral organizations.


In biblioteca
alla collocazione: L 174.4 OXF

mercoledì 23 gennaio 2013

The Oxford handbook of economic conflict resolution

La risoluzione dei conflitti nei processi sociali e, in particolar modo, nelle organizzazioni viene presentata in questo volume come processo di negoziazione e trattativa. L'handbook raccoglie una serie di contributi di esperti di meccanismi coinvolti nella gestione e nella soluzione dei conflitti. I contributi sono raccolti in sei sezioni. La prima sezione si sofferma sulla negoziazione nella comunicazione, per cui si concentra sui diversi canali di comunicazione che possono essere impiegati, sulla manipolazione, sulle emozioni implicate, sulla capacità di modulare linguaggio e registro a seconda dell'interlocutore e della situazione comunicativa. La seconda sezione è dedicata all'influenza del contesto sociale sulla risoluzione del conflitto. Si passa poi al ruolo della fiducia, come evolve nel tempo e da quali fattori è caratterizzata in circostanze particolari, ad esempio durante una contrattazione oppure nell'impiego di Internet. Le due sezioni successive si occupano delle dinamiche psicologiche e comportamentali, quali il ruolo dell'autocontrollo e della razionalità nel processo di risoluzione, oltre alle differenziazioni dovute alle specifiche personalità, al sesso e al background culturale. Infine gli ultimi contributi presentano alcuni modelli di risoluzione del conflitto e le possibili ricerche future in merito.

BOLTON Gary E. - CROSON Rachel T. A. (editors),
The Oxford handbook of economic conflict resolution.
New York: Oxford U.P., 2012.


Gli argomenti del libro:
Communication in bargaining experiments; Communication media; Deception in negotiation; Gaming with fairness; Social comparison in negotiation; Trust, distrust, and bargaining; Contracting; Negotiating reputation; Biased belief in negotiation; Risk in negotiation; Heterogeneity in ultimatum bargaining; A model of when to negotiate; Explaining and predicting cultural differences in negotiation.


In biblioteca
alla collocazione: L 303.69 OXF

lunedì 21 gennaio 2013

The Oxford handbook of comparative institutional analysis

Il volume si rivolge ad un pubblico di accademici e studenti che intendano approfondire teorie, modelli e prospettive principali nello studio del rapporto tra le istituzioni economiche e il contesto in cui svolgono la loro attività. Questo tipo di relazione viene affrontata secondo una prospettiva comparativa, in base alla territorialità delle istituzioni economiche prese in considerazione e in base anche al ruolo che ciascuna istituzione assume all'interno della realtà in cui operano. Questa prospettiva, analitica e comparativa, si ricollega anche alla politica economica internazionale, sempre più intrecciata, e al processo di internazionalizzazione economica in atto. I contributi, scritti da esperti del campo, sono strutturati in quattro parti. Nella prima parte vengono delineate le teorie e i modelli interpretativi alla base dell'analisi comparativa delle istituzioni economiche. Nella seconda parte si passano in rassegna le molteplici dinamiche che caratterizzano i rapporti tra le organizzazioni economiche e il contesto in cui si sviluppano: ad esempio, le loro relazioni con le politiche economiche neo-liberali, la dimensione sociale e la regolamentazione dei mercati, l'influenza reciproca tra la politica economica internazionale e le organizzazioni economiche internazionali, i cambiamenti istituzionali dei sistemi finanziari, il ruolo dell'innovazione nella politica industriale, la competitività delle aziende, il benessere economico. La terza parte si concentra maggiormente sull'impresa considerata nella sua organizzazione interna, e quindi si descrive l'influenza del contesto esterno sulla strutturazione dell'azienda, sulle scelte strategiche e sulla gestione del personale. L'ultima parte compie una disamina storica, interessandosi soprattutto dell'Europa, degli Stati Uniti d'America e del sud-est asiatico. Il volume si conclude con i possibili sviluppi futuri delle ricerche sulla materia trattata.

MORGAN Glenn (editor),
The Oxford handbook of comparative institutional analysis.
Oxford; New York: Oxford U.P., 2011.

Gli argomenti del libro:
Theories and methods in comparative institutional analysis; Institutions, states, and markets; The organization of economic actors; Challenges for comparative institutional analysis.



In biblioteca
alla collocazione: L 330.1 OXF

martedì 8 gennaio 2013

The Wiley-Blackwell companion to economic geography

Il volume raccoglie una serie di contributi di esperti sulla geografia economica e si rivolge a studenti e ricercatori che intendano avere una visione globale della disciplina. La prima parte descrive i temi principali della geografia economica, delineando l'evoluzione delle teorie, lo stato dell'arte e le relazioni tra geografia economica e altre discipline. In particolar modo, vengono indicate le novità più recenti, tra cui la dimensione internazionale assunta dalla geografia economica, il ruolo degli interventi governativi nelle attività di produzione e consumo, le questioni sociali e culturali che caratterizzano i processi economici. Vengono proposti nuovi approcci all'attività economica (aspetti etici) e nuove teorie per l'economia politica, tenendo conto non solo della letteratura inglese ma anche di nuove prospettive, emerse ad esempio di fronte alla crisi finanziaria globale del 2008 e per lo sviluppo di nuovi mercati finanziari (Paesi islamici). Nuovi orientamenti vengono inoltre offerti dalle relazioni tra imprese e ambiente e dalla necessità di una revisione del processo di internazionalizzazione dell'economia.

BARNES Trevor J. - PECK Jamie - SHEPPARD Eric (editors),
The Wiley-Blackwell companion to economic geography.
Chichester: Wiley-Blackwell, 2012.

Gli argomenti del libro:
Trajectories; Spatialities; Accumulation and values; Regulation and governance; Embodiment and identity; Borders.



In biblioteca
alla collocazione: L 330.9 WIL