giovedì 29 settembre 2016

The Oxford handbook of conflict management in organizations

Il volume raccoglie alcuni contributi in merito alla gestione dei conflitti e alla ricerca d'ambito accademico sui metodi e le tecniche di negoziazione e mediazione attuate nella risoluzione delle controversie. I contributi riguardano i conflitti all'interno dei gruppi e le rimostranze del singolo, ma anche i conflitti nelle organizzazioni e nelle relazioni industriali sui luoghi di lavoro. Gli autori, docenti e ricercatori accademici, provengono da diverse parti del mondo (Europa, Stati Uniti, Cina, Nuova Zelanda), riportando le molteplici prospettive della gestione e della risoluzione dei conflitti. L'approccio teorico si unisce a quello pratico, mediante ricerche empiriche e studi di caso.

ROCHE William K., TEAGUE Paul, COLVIN Alexander J. S. (eds.),
The Oxford handbook of conflict management in organizations.
Oxford: Oxford U.P., 2016.

Gli argomenti del libro:
The goals and assumptions of conflict management in organizations; Labor-management conflict; Employment rights and workplace conflict; HRM and conflict management; Collective bargaining and grievance procedures; Third-party processes in employment disputes; Interest-based bargaining; Grievance procedures in non-union firms; Workplace mediation; The organizational ombudsman; Line managers and workplace conflict; Conflict management systems; Using mediation to manage conflict at the United States postal service; The case of Kaiser Permanente and the coalition of Kaiser Permanente Unions; “MED+ARB” in the new Zealand police; Experiences of judicial mediation in employment tribunals; International development.


In biblioteca
alla collocazione: L 658.4053 OXF

mercoledì 21 settembre 2016

The Oxford handbook of creativity, innovation, and entrepreneurship

Il volume presenta lo stato dell'arte della ricerca accademica sulle relazioni tra creatività e innovazione e del ruolo che entrambe hanno nello sviluppo dell'imprenditorialità. I contributi sono organizzati in tre parti, rispettivamente dedicate a creatività, innovazione e imprenditorialità, tuttavia ciascuna tematica viene affrontata in modo da esaminare le connessioni reciproche. Ogni contributo riprende la letteratura accademica precedente rispetto al singolo aspetto trattato e tutti i contributi danno luogo ad un'opera d'insieme che presenta gli studi in essere nel campo. La prima parte è dedicata alla creatività, sia individuale che all'interno di gruppi di lavoro, e al processo creativo. La seconda parte si occupa dell'innovazione sia tecnologica che dei modelli di gestione e organizzazione delle imprese e, in particolare, del ruolo della creatività nell'innovazione. Infine l'ultima parte riprende l'importanza dell'innovazione e della creatività per la crescita dell'imprenditorialità.

SHALLEY Christina E., HITT Michael A., ZHOU Jing (eds.),
The Oxford handbook of creativity, innovation, and entrepreneurship.
New York: Oxford U.P., 2016.

Gli argomenti del libro:
Integrating creativity, innovation, and entrepreneurship to enhance the organization’s capability to navigate in the new competitive landscape; Organizing creativity; Innovation; Entrepreneurship.


In biblioteca
alla collocazione: L 153.35 OXF

giovedì 15 settembre 2016

Sustainability for a warming planet

Gli autori propongono un'analisi dello sviluppo sostenibile, affinché sia possibile sostenere una crescita economica che permetta un livello accettabile di qualità della vita e per far sì che i paesi in via di sviluppo raggiungano livelli di reddito pari a quelli dei paesi sviluppati. Vengono individuate alcune soluzioni da adottare per questo tipo di crescita economica e per rivedere i processi delle attività economiche, così da avere una riduzione dei gas effetto serra e il controllo dell'innalzamento delle temperature globali. L'analisi è compiuta tramite metodi computazionali, ottenendo indicatori da seguire per modificare le attività economiche e per programmare uno sviluppo economico sostenibile. L'analisi numerica viene supportata da una letteratura di riferimento, oltre che da diversi spunti teorici che mettono al centro dello sviluppo sostenibile l'uomo e le relazioni umane, tenendo conto di aspetti etici, come il rispetto per le generazioni future e la necessità di modificare le logiche utilitaristiche. Si pone inoltre attenzione sugli investimenti necessari per l'innovazione tecnologica, per la creazione di conoscenza, per la formazione di nuove competenze.

LLAVADOR Humberto, ROEMER John E., SILVESTRE Joaquim,
Sustainability for a warming planet.
Cambridge, Massachusetts; London: Harvard U.P., 2015.

Gli argomenti del libro:
Sustainability and discounted utilitarianism; An introductory model with education and skilled labor; Sustainability for a warming world; The “climate change economics” literature: Nordhaus and Stern; Sustainability in a warming, two-region world; Modeling catastrophes: two extensions.


In biblioteca
alla collocazione: L 363.738746 LLA SUS