mercoledì 23 gennaio 2013

The Oxford handbook of economic conflict resolution

La risoluzione dei conflitti nei processi sociali e, in particolar modo, nelle organizzazioni viene presentata in questo volume come processo di negoziazione e trattativa. L'handbook raccoglie una serie di contributi di esperti di meccanismi coinvolti nella gestione e nella soluzione dei conflitti. I contributi sono raccolti in sei sezioni. La prima sezione si sofferma sulla negoziazione nella comunicazione, per cui si concentra sui diversi canali di comunicazione che possono essere impiegati, sulla manipolazione, sulle emozioni implicate, sulla capacità di modulare linguaggio e registro a seconda dell'interlocutore e della situazione comunicativa. La seconda sezione è dedicata all'influenza del contesto sociale sulla risoluzione del conflitto. Si passa poi al ruolo della fiducia, come evolve nel tempo e da quali fattori è caratterizzata in circostanze particolari, ad esempio durante una contrattazione oppure nell'impiego di Internet. Le due sezioni successive si occupano delle dinamiche psicologiche e comportamentali, quali il ruolo dell'autocontrollo e della razionalità nel processo di risoluzione, oltre alle differenziazioni dovute alle specifiche personalità, al sesso e al background culturale. Infine gli ultimi contributi presentano alcuni modelli di risoluzione del conflitto e le possibili ricerche future in merito.

BOLTON Gary E. - CROSON Rachel T. A. (editors),
The Oxford handbook of economic conflict resolution.
New York: Oxford U.P., 2012.


Gli argomenti del libro:
Communication in bargaining experiments; Communication media; Deception in negotiation; Gaming with fairness; Social comparison in negotiation; Trust, distrust, and bargaining; Contracting; Negotiating reputation; Biased belief in negotiation; Risk in negotiation; Heterogeneity in ultimatum bargaining; A model of when to negotiate; Explaining and predicting cultural differences in negotiation.


In biblioteca
alla collocazione: L 303.69 OXF

lunedì 21 gennaio 2013

The Oxford handbook of comparative institutional analysis

Il volume si rivolge ad un pubblico di accademici e studenti che intendano approfondire teorie, modelli e prospettive principali nello studio del rapporto tra le istituzioni economiche e il contesto in cui svolgono la loro attività. Questo tipo di relazione viene affrontata secondo una prospettiva comparativa, in base alla territorialità delle istituzioni economiche prese in considerazione e in base anche al ruolo che ciascuna istituzione assume all'interno della realtà in cui operano. Questa prospettiva, analitica e comparativa, si ricollega anche alla politica economica internazionale, sempre più intrecciata, e al processo di internazionalizzazione economica in atto. I contributi, scritti da esperti del campo, sono strutturati in quattro parti. Nella prima parte vengono delineate le teorie e i modelli interpretativi alla base dell'analisi comparativa delle istituzioni economiche. Nella seconda parte si passano in rassegna le molteplici dinamiche che caratterizzano i rapporti tra le organizzazioni economiche e il contesto in cui si sviluppano: ad esempio, le loro relazioni con le politiche economiche neo-liberali, la dimensione sociale e la regolamentazione dei mercati, l'influenza reciproca tra la politica economica internazionale e le organizzazioni economiche internazionali, i cambiamenti istituzionali dei sistemi finanziari, il ruolo dell'innovazione nella politica industriale, la competitività delle aziende, il benessere economico. La terza parte si concentra maggiormente sull'impresa considerata nella sua organizzazione interna, e quindi si descrive l'influenza del contesto esterno sulla strutturazione dell'azienda, sulle scelte strategiche e sulla gestione del personale. L'ultima parte compie una disamina storica, interessandosi soprattutto dell'Europa, degli Stati Uniti d'America e del sud-est asiatico. Il volume si conclude con i possibili sviluppi futuri delle ricerche sulla materia trattata.

MORGAN Glenn (editor),
The Oxford handbook of comparative institutional analysis.
Oxford; New York: Oxford U.P., 2011.

Gli argomenti del libro:
Theories and methods in comparative institutional analysis; Institutions, states, and markets; The organization of economic actors; Challenges for comparative institutional analysis.



In biblioteca
alla collocazione: L 330.1 OXF

martedì 8 gennaio 2013

The Wiley-Blackwell companion to economic geography

Il volume raccoglie una serie di contributi di esperti sulla geografia economica e si rivolge a studenti e ricercatori che intendano avere una visione globale della disciplina. La prima parte descrive i temi principali della geografia economica, delineando l'evoluzione delle teorie, lo stato dell'arte e le relazioni tra geografia economica e altre discipline. In particolar modo, vengono indicate le novità più recenti, tra cui la dimensione internazionale assunta dalla geografia economica, il ruolo degli interventi governativi nelle attività di produzione e consumo, le questioni sociali e culturali che caratterizzano i processi economici. Vengono proposti nuovi approcci all'attività economica (aspetti etici) e nuove teorie per l'economia politica, tenendo conto non solo della letteratura inglese ma anche di nuove prospettive, emerse ad esempio di fronte alla crisi finanziaria globale del 2008 e per lo sviluppo di nuovi mercati finanziari (Paesi islamici). Nuovi orientamenti vengono inoltre offerti dalle relazioni tra imprese e ambiente e dalla necessità di una revisione del processo di internazionalizzazione dell'economia.

BARNES Trevor J. - PECK Jamie - SHEPPARD Eric (editors),
The Wiley-Blackwell companion to economic geography.
Chichester: Wiley-Blackwell, 2012.

Gli argomenti del libro:
Trajectories; Spatialities; Accumulation and values; Regulation and governance; Embodiment and identity; Borders.



In biblioteca
alla collocazione: L 330.9 WIL