martedì 22 maggio 2018

The political economy of Italy's decline

L'autore analizza la situazione della politica economica italiana, evidenziando i tratti di un declino recente, in cui, nonostante la presenza delle industrie manifatturiere, la debolezza della responsabilità politica e dello stato di diritto non permettono una crescita economica adeguata. Il volume affronta l'argomento mediante alcuni spunti teorici, in particolare attraverso un'analisi della letteratura sulla teoria della crescita (Schumpeter) e della storia della politica economica attuata in Italia dall'unificazione. Vengono individuate le cause di questa spirale discendente e le possibili soluzioni (il rafforzamento della responsabilità politica, la lotta all'evasione fiscale, alla corruzione, al clientelismo).

CAPUSSELA Andrea Lorenzo,
The political economy of Italy's decline.
Oxford: Oxford U.P., 2018.

Gli argomenti del libro:
Introduction: Italy's decline, the existing interpretations, and our hypothesis; The conceptual framework: growth, institutions, and social orders; The conceptual framework: collective action, trust, culture, and ideas; Vicious circles and multiple equilibria: the spiral; Italy's social order between unification and Fascism; The formation of the republican institutions; The 'economic miracle' and an ambitious reform programme; Continuity and instability: the spiral sets in; The last four decades: the spiral unperturbed, halted, resumed.



In biblioteca
alla collocazione: L 338.94500904 CAP POL

sabato 12 maggio 2018

The social organization

Il volume raccoglie una serie di contributi sull'innovazione delle strategie di comunicazione delle imprese mediante i social media, che ridefiniscono le relazioni tra imprese e clienti. Questo influenza il modo in cui le organizzazioni economiche compiono le loro attività e pianificano le proprie strategie, percorrendo anche strade inesplorate e a volte rischiose. Nel volume, gli autori sostengono che le reti sociali su Internet e altri mezzi di comunicazione tecnologici o basati sulla rete possono contribuire al successo delle imprese, se questo tipo di comunicazione si raccorda con la cultura organizzativa e con la valorizzazione del capitale umano dell'impresa. Per dimostrare il vantaggio competitivo che potrebbero comportare i social media, il volume riprende studi sia sulla comunicazione che sulla ricerca manageriale.

MANUTI Amelia, DE PALMA Pasquale Davide (eds.),
The social organization: managing human capital through social media.
London: Palgrave Macmillan, 2016.

Accessibile
da tutti i PC in rete di ateneo 
o tramite password, per gli utenti abilitati, per le consultazioni da fuori dell'Ateneo. 
 

sabato 28 aprile 2018

Palgrave dictionary of emerging markets and transition economics

Il Palgrave dictionary of emerging markets and transition economics raccoglie una serie di contributi volti alla descrizione delle condizioni economiche e della politica economica dei paesi emergenti dell'Europa orientale e dell'Asia centrale che hanno avuto un passato lungo e piuttosto recente di economia socialista. Ogni contributo ha l'obiettivo di inquadrare il termine non solo dal punto di vista etimologico, ma mediante una descrizione del contesto economico, una discussione delle teorie elaborate e dei riferimenti al dibattito in corso. Gli articoli sono organizzati secondo una partizione di tipo contenutistico: aspetti dell'economia monetaria, istituzioni, politica economica, crescita e sviluppo, benessere. Ciascun contributo è redatto da ricercatori e docenti accademici esperti del tema ed è corredato da bibliografia specifica.

HOLSCHER Jens, TOMANN Horst (eds.),
Palgrave dictionary of emerging markets and transition economics.
London: Palgrave Macmillan, 2016.

Accessibile
da tutti i PC in rete di ateneo 
o tramite password, per gli utenti abilitati, per le consultazioni da fuori dell'Ateneo. 

lunedì 16 aprile 2018

Unconventional methodology in organization and management research

Il volume raccoglie una serie di contributi volti a descrivere alcune metodologie non convenzionali nella ricerca applicata agli studi organizzativi e manageriali. L'obiettivo non è tanto quello di creare una distinzione netta tra metodologia di ricerca definita convenzionale o tradizionale e metodi non convenzionali, ma piuttosto quello di promuovere l'utilizzo di differenti metodi per la ricerca, così da creare nuova conoscenza attraverso un approccio più flessibile e non solo formalmente definito. I metodi non convenzionali illustrati riguardano la raccolta dei dati e la selezione delle fonti, la pianificazione dell'attività di ricerca, l'impiego di nuove tecnologie. Secondo gli autori, la scelta del metodo di ricerca è fondamentale per comprendere il fenomeno che si sta studiando, pertanto l'applicazione di una metodologia più flessibile, per quanto comporti dei rischi, può produrre nuovi modi di ragionare e di redigere le informazioni recuperate. In questo modo si può evitare quello che è definito come "affaticamento da sondaggio", che comporta una reportistica e dei risultati simili a quelli già ottenuti in passato.

BRYMAN Alan - BUCHANAN David A. (eds.),
Unconventional methodology in organization and management research.
Oxford: Oxford U.P., 2018.

Gli argomenti del libro:
“Not another survey”: the value of unconventional methods; Desert island data; Using fiction in organization and management research; Innovations in unobtrusive methods; Research in extreme contexts; Making the case: a qualitative approach to studying social media documents; Netnography; Institutions under a microscope; Beyond one voice: co-constructed analytic auto-ethnography; Participant-led video diaries; Inter-organizational ethnography; Unconventional yet consequential; Path constitution analysis; Methodology matters..



In biblioteca
alla collocazione: L 658.0072 UNC

mercoledì 11 aprile 2018

Business groups in the West

Il volume offre un’opera d’insieme sui gruppi di imprese nei paesi a industrializzazione avanzata, in particolar modo sul ruolo che questo tipo di istituzione economica ha avuto nelle diverse fasi di industrializzazione nella storia economica dei singoli paesi durante il Novecento. Oltre al contesto storico e ad una literary review sul tema, nella prima parte del volume vengono individuati gli aspetti caratteristici, le tipologie organizzative, la nascita e la crescita dei grandi gruppi anche di fronte all’evoluzione del contesto economico. La seconda parte del volume raccoglie un insieme di contributi sui gruppi di imprese nei singoli paesi (Paesi europei, Stati Uniti, Australia, Canada). I casi nazionali permettono nel loro insieme di procedere ad un confronto tramite analogie e differenze riguardanti le tipologie organizzative dei gruppi di imprese oltre che la storia economica di ciascun paese. Il volume riprende il precedente The Oxford handbook of business groups (disponibile alla collocazione L 338.8 OXF), che si sofferma invece sul ruolo dei gruppi di imprese nei paesi in via di sviluppo.

COLPAN Asli M. - HIKINO Takashi (eds.),
Business groups in the West: origins, evolution, and resilience.
Oxford: Oxford U.P., 2018.

Gli argomenti del libro:
Business groups re-examined; The evolutionary dynamics of diversified business groups in the West; Politics, institutions, and diversified business groups: comparisons across developed countries; Business groups as networks; National experiences of business groups; Historical frontrunners in Europe; Catch-up nations in Europe; Western offshoots.



In biblioteca
alla collocazione: L 338.8 WES