mercoledì 21 settembre 2016

The Oxford handbook of creativity, innovation, and entrepreneurship

Il volume presenta lo stato dell'arte della ricerca accademica sulle relazioni tra creatività e innovazione e del ruolo che entrambe hanno nello sviluppo dell'imprenditorialità. I contributi sono organizzati in tre parti, rispettivamente dedicate a creatività, innovazione e imprenditorialità, tuttavia ciascuna tematica viene affrontata in modo da esaminare le connessioni reciproche. Ogni contributo riprende la letteratura accademica precedente rispetto al singolo aspetto trattato e tutti i contributi danno luogo ad un'opera d'insieme che presenta gli studi in essere nel campo. La prima parte è dedicata alla creatività, sia individuale che all'interno di gruppi di lavoro, e al processo creativo. La seconda parte si occupa dell'innovazione sia tecnologica che dei modelli di gestione e organizzazione delle imprese e, in particolare, del ruolo della creatività nell'innovazione. Infine l'ultima parte riprende l'importanza dell'innovazione e della creatività per la crescita dell'imprenditorialità.

SHALLEY Christina E., HITT Michael A., ZHOU Jing (eds.),
The Oxford handbook of creativity, innovation, and entrepreneurship.
New York: Oxford U.P., 2016.

Gli argomenti del libro:
Integrating creativity, innovation, and entrepreneurship to enhance the organization’s capability to navigate in the new competitive landscape; Organizing creativity; Innovation; Entrepreneurship.



In biblioteca
alla collocazione: L 153.35 OXF

giovedì 15 settembre 2016

Sustainability for a warming planet

Gli autori propongono un'analisi dello sviluppo sostenibile, affinché sia possibile sostenere una crescita economica che permetta un livello accettabile di qualità della vita e per far sì che i paesi in via di sviluppo raggiungano livelli di reddito pari a quelli dei paesi sviluppati. Vengono individuate alcune soluzioni da adottare per questo tipo di crescita economica e per rivedere i processi delle attività economiche, così da avere una riduzione dei gas effetto serra e il controllo dell'innalzamento delle temperature globali. L'analisi è compiuta tramite metodi computazionali, ottenendo indicatori da seguire per modificare le attività economiche e per programmare uno sviluppo economico sostenibile. L'analisi numerica viene supportata da una letteratura di riferimento, oltre che da diversi spunti teorici che mettono al centro dello sviluppo sostenibile l'uomo e le relazioni umane, tenendo conto di aspetti etici, come il rispetto per le generazioni future e la necessità di modificare le logiche utilitaristiche. Si pone inoltre attenzione sugli investimenti necessari per l'innovazione tecnologica, per la creazione di conoscenza, per la formazione di nuove competenze.

LLAVADOR Humberto, ROEMER John E., SILVESTRE Joaquim,
Sustainability for a warming planet.
Cambridge, Massachusetts; London: Harvard U.P., 2015.

Gli argomenti del libro:
Sustainability and discounted utilitarianism; An introductory model with education and skilled labor; Sustainability for a warming world; The “climate change economics” literature: Nordhaus and Stern; Sustainability in a warming, two-region world; Modeling catastrophes: two extensions.



In biblioteca
alla collocazione: L 363.738746 LLA SUS

lunedì 29 agosto 2016

Paper tigers, hidden dragons

L'autore studia lo sviluppo delle industrie ad alta tecnologia in Cina, analizzando il ruolo della politica economica cinese e degli investimenti esteri in questo settore. Emergono diverse tipologie di imprese operanti nel settore tecnologico cinese: le imprese locali, le imprese multinazionali e altre imprese definite ibride, cioè imprese locali finanziate da investitori esteri. Secondo l'autore, queste ultime guidano lo sviluppo tecnologico in Cina, mentre le imprese locali sono poco robuste, in quanto non supportate da un buon apparato finanziario, e le multinazionali poco attente a dare un apporto consistente al progresso cinese in questo campo. Dopo aver illustrato le imprese ibride, la seconda parte del volume si occupa della politica economica, dello sviluppo di alcune imprese in diversi settori (computer, telecomunicazioni, smartphone) e dei distretti industriali nati in specifiche zone della Cina. La terza parte si sofferma sul caso delle industrie per la produzione di semiconduttori, mentre l'ultima parte studia il modello dell'impresa ibrida cinese e il suo ruolo nell'economia globale.

FULLER Douglas B.,
Paper tigers, hidden dragons:
firms and political economy of China's technological development.
Oxford: Oxford U.P., 2016.

Gli argomenti del libro:
Setting the stage; State policy, firms and upgrading outcomes; California (and Hsinchu) dreaming: china's flailing efforts to replicate technology clusters; Paper tigers; State-driven technology commercialization versus the globalization of R&D; The integrated circuit industry; IC fabrication; IC design; China in comparative perspective; China's global hybrid model for development under globalization; Importing institutions and comparative capitalism; China's economic future and the future role of hybrids.



In biblioteca
alla collocazione: L 338.4762000951 FUL PAP

mercoledì 27 luglio 2016

Microfinance, rights and global justice

Il volume raccoglie diversi contributi sulla microfinanza e il microcredito, considerando non solo gli aspetti economici e finanziari, ma tenendo conto anche dei fattori morali, filosofici e politici implicati. Nell'introduzione viene richiamata l'esperienza della Grameen Bank di Muhammad Yunus in Bangladesh, sottolineando l'importanza della solidarietà e del ruolo degli istituti di microcredito negli aiuti a famiglie e ad intere comunità. Nei contributi seguenti, vengono focalizzati alcuni argomenti legati al mondo della microfinanza, tra cui il diritto al credito, che viene annoverato tra i diritti umani in quanto diritto ad uscire da uno stato di povertà estrema. Questo aspetto viene poi ricollegato al ruolo degli istituti di microcredito nel miglioramento della giustizia politica e sociale. I capitoli seguenti trattano delle problematiche legate al mondo della microfinanza, che spesso incorre anche a casi di sfruttamento o di pressione. Il capitolo conclusivo presenta la microfinanza come strumento necessario all'inclusione finanziaria e, soprattutto, sociale.

SORELL Tom, CABRERA Luis (eds.),
Microfinance, rights and global justice.
Cambridge: Cambridge U.P., 2015.

Gli argomenti del libro:
Microfinance, rights and global justice; Credit is not a right?; Is there a human right to microfinance?; Financial inclusion, education and human rights; Microfinance, non-ideal theory, and global distributive justice; Microfinance, poverty relief and political justice; Is exploitation permissible in microcredit?; What's wrong with exorbitant interest rates on microloans?; Tensions between financial and organisational sustainability; Freedom and credit.



In biblioteca
alla collocazione: L 332 MIC

sabato 23 luglio 2016

Oltre lo studio incrementa la sua collezione

La collezione Oltre lo studio si arricchisce continuamente di nuovi titoli, grazie ai libri e alle pubblicazioni donati da privati. Si tratta di libri di pregio, di interesse letterario o artistico, di storia locale. Ecco i titoli più recentemente inseriti nella collezione.  

ANNECCHIARICO Sabatino Alfonso, et al.; GHIRINGHELLI Robertino (curatore),    
Albizzate: storia di una comunità. 
Milano; Udine: Mimesis, 2016.

ARGENTERO Claudio, BOSIO Roberto, COVA Gabriele, 
Castellanza : sguardi, memorie, futuro.
[S.l.]: Fondo italiano fotografia, 2016. 

BARILI Antonio,   
Castiglione Olona e Masolino da Panicale. 
Milano: Electa, c1991.

BERNARD Alba, 
Vitalità e splendori del lago di Varese: memorie storiche di un territorio.
[S.l.]: [s.n.], stampa 1984.

BOSSAGLIA Rossana - TERRARIOLI Valerio (curatori),   
Settecento lombardo. 
Milano: Unione tipografica, 1938.

FAVA Franco, 
Storia di Milano. 
Milano: Libreria Milanese, 1987..

LOVETTI Maurizio (curatore), 
Echi del Risorgimento: in una rivista del 1909.
   
Milano: Angeli, 2010.

SILVA Carlo, SPILLER Attilio, 
Diario milanese. 
2. ed. 
Milano: Bietti, 1972.
 
I libri di Oltre lo studio sono disponibili al piano terra della biblioteca.