mercoledì 16 aprile 2014

When the money runs out

L’autore analizza la crisi economica e finanziaria globale che ha colpito i paesi del mondo occidentale a partire dal 2007, prendendo in considerazione soprattutto come sono cambiate la distribuzione della ricchezza e le prospettive di crescita di questi paesi. Secondo l’autore, la crisi economica ha provocato una stagnazione in Europa e negli Stati Uniti d’America, per cui appare molto difficile riuscire a tornare ai livelli di espansione ad esempio degli anni Novanta del ‘900, anche per quel che riguarda le pensioni, la sanità e, in generale, il welfare che gli stati del mondo occidentale si sono adoperati a creare, ma che comportano dei costi difficili da sostenere. Tra l’altro, l’autore conduce diversi confronti rispetto agli eventi storici precedenti che hanno visto crisi e stagnazione, dalla rivoluzione francese, alla crisi degli anni Trenta del ‘900, all’epoca del thatcherismo inglese; tuttavia, dopo la crisi del 2007 appare molto più complicato uscire da questo tipo di situazione, anche per le prospettive di vita create in precedenza. La soluzione proposta dall’autore è l’invito alla politica del mondo occidentale ad attuare il più presto possibile delle riforme adeguate.

KING Stephen D.,
When the money runs out.
New Haven; London: Yale U.P., 2013.

Gli argomenti del libro:
Whatever happened to the decades of plenty?; Taking progress for granted; The pain of stagnation; Fixing a broken economy; Stimulus junkies; The limits to stimulus; Loss of trust, loss of growth; Three schisms; From economic disappointment to political instability; Dystopia; Avoiding dystopia.




In biblioteca
alla collocazione: L 339.22091821 KIN WHE

venerdì 11 aprile 2014

Handbook of regional innovation and growth

L’handbook affronta diverse tematiche legate allo sviluppo economico locale, tenendo conto del ruolo dell’innovazione che ha investito tutte le dinamiche coinvolte nella produzione locale. Partendo da un’analisi teorica (ad esempio, dalle teorie sull’innovazione dell’economista Joseph Schumpter) si passa ad un’analisi più specifica dei fattori innovativi che si riscontrano nell’economia e nella produzione locale. Viene innanzitutto presa in considerazione l’innovazione dell’organizzazione industriale, che, tenendo conto della competitività e della concentrazione delle imprese locali, ha registrato il miglioramento delle conoscenze e della competenza del personale, la diversificazione della produzione stessa e la creazione di reti di produzione. La formazione di vere e proprie reti di imprese locali viene descritta nella quarta parte, dove le reti industriali divengono protagoniste fondamentali nello sviluppo economico locale. Vengono poi affrontati alcuni casi particolari, quali lo sviluppo dei sistemi innovativi in economie emergenti come l’India, l’attenzione all’ambiente, l’innovazione dei servizi, l’impiego degli investimenti esteri. Infine, vengono prese in esame le politiche innovative locali di alcune regioni produttive.

COOKE Philip (editor),
Handbook of regional innovation and growth.
Cheltenham; Northampton: Elgar, 2011.

Gli argomenti del libro:
Regional innovation theory; Regional innovation and growth dynamics; Regional innovation and evolution; Agglomeration and innovation; Regional wordls of innovations; Regional innovation system institutions; Regional innovation policy.



In biblioteca
alla collocazione: L 338.9 HAN

martedì 8 aprile 2014

Innovative firms in emerging market countries

Il volume descrive il settore industriale di alcuni paesi dell’Asia e dell’America Latina che hanno avuto un forte sviluppo economico a partire dagli anni Novanta, assumendo talora un ruolo centrale nell’economia mondiale durante il primo decennio del 21. secolo, come è accaduto per Cina, India e Brasile. In particolar modo, alcuni paesi di recente industrializzazione vengono analizzati sulla base dei cambiamenti istituzionali che hanno comportato, per esempio, la possibilità di investimenti esteri nell’industria locale; vengono presi in considerazione alcuni fattori legati all’innovazione dei settori stessi, quali l’utilizzo di tecnologie specifiche e l’investimento da parte delle imprese in ricerca e sviluppo. Il volume è suddiviso in tre parti: nella prima parte si affrontano le istanze teoriche (accumulo di competenze, innovazione tecnologica, cambiamenti istituzionali) che stanno alla base dello sviluppo industriale dei paesi che verranno analizzati nella seconda parte. La seconda parte è suddivisa per aree geografiche: prima alcuni paesi dell’Asia (Cina, India, Malesia, Corea del sud e Taiwan), poi il Brasile e l’Argentina per l’America latina. L’ultima parte conclusiva procede ad un confronto, riscontrando analogie e differenze nei fenomeni precedentemente analizzati.

AMANN Edmund - CANTWELL John (eds.),
Innovative firms in emerging market countries.
Oxford : Oxford U.P., 2013.

Gli argomenti del libro:
The theoretical and empirical context; Innovative firms in emerging markets (Asia); Innovative firms in emerging markets (Latin America); Comparative conclusions.



In biblioteca
alla collocazione: L 338.7095 INN

venerdì 4 aprile 2014

Oltre lo studio incrementa la sua collezione…


La collezione Oltre lo studio si arricchisce continuamente di nuovi titoli, grazie ai libri e alle pubblicazioni donati da privati. Si tratta di libri di pregio, di interesse letterario o artistico, di storia locale. Ecco i titoli più recentemente inseriti nella collezione.


DE BERTOLIS Davide,
Alfa Romeo… dei nostri sogni.
Milano: Debegroup, 2011.
Firma autografa dell'autore sulla p. bianca.

BULFERETTI Luigi,
Leonardo, l'uomo e lo scienziato.
Torino: Eri, 1966.

BORROMEO Federico; RAVASI Gianfranco (commento di); CIGADA Piero (nota al testo e traduzione),
Musaeum.
Milano: Claudio Gallone, 1997.
(Volti e anime; 1).

I libri di Oltre lo studio sono disponibili in consultazione nella sala periodici.