martedì 21 maggio 2013

The Oxford handbook of the economics of the biopharmaceutical industry

Il volume propone una serie di contributi di esperti di economia del settore farmaceutico, nella maggior parte dei casi docenti o ricercatori presso le università degli Stati Uniti d'America. La prima parte del volume è dedicata al ruolo dell'innovazione dell'industria farmaceutica, in particolar modo sugli investimenti nel settore della ricerca e sviluppo per quanto riguarda lo sviluppo di nuovi medicinali. Vengono presi in esame i costi e i guadagni che questo settore comporta, le relazioni tra il finanziamento della ricerca e i movimenti dei mercati finanziari, i fattori di rischio. Vengono descritte anche le procedure per la regolamentazione della presentazione e distribuzione di nuovi prodotti medicinali oltre che gli aspetti legati ai brevetti. La seconda parte del volume analizza le molteplici dimensioni del mercato cui si rivolge l'industria farmaceutica, le imprese e le fusioni di settore, la domanda e l'offerta dei prodotti medicinali.


DANZON Patricia M. - NICHOLSON Sean (editors),
The Oxford handbook of the economics of the biopharmaceutical industry.
New York: Oxford U.P., 2012.

Gli argomenti del libro:
R&D costs and returns to new drug development; Financing research and development; Cost of capital for pharmaceutical, biotechnology, and medical device firms; The regulation of medical products; Incentives to innovate; Patents and regulatory exclusivity; Pricing and reimbursement in US pharmaceutical markets; Regulation price and reimbursement for pharmaceuticals; Drugs and vaccines for developing countries; Insurance and drug spending; Consumer demand and health effects of cost-sharing; Measuring value; Price indexes for prescription drugs; Empirical evidence on the value of pharmaceuticals; Promotion to physicians and consumers; The economics of vaccines; Mergers, acquisitions, and alliances.



In biblioteca
alla collocazione: L 338.4761519 DAN OXF 

sabato 11 maggio 2013

The Oxford history of contemporary Indian business

La storia economica dell'India dal 1947 alla fine degli anni Novanta del 20. secolo viene descritta nelle sue dinamiche specifiche e nell'influenza reciproca tra le attività economiche e le vicissitudini politiche del paese. La prima parte del volume si occupa della politica economica del primo ministro Jawaharlal Nehru, che dopo l'indipendenza salì al potere e attuò una politica di intervento statale in campo economico. Vengono descritte anche le prime esperienze di industrie private, piccoli gruppi imprenditoriali, nuove imprese e le prime multinazionali. In seguito, la tendenza ad una liberalizzazione delle attività economiche e il clima diffuso di riformismo in tutti i settori (dalla sanità all'educazione, dai servizi pubblici alla politica industriale ed agraria) conduce l'India ad un progressivo sviluppo economico, caratterizzato dalle spinte innovatrici da una parte e dal rispetto della tradizione dall'altra. Il volume si rivolge a studenti, docenti, ricercatori e a coloro che si interessano di storia economica.

TRIPATHI Dwijendra - JUMANI Jyoti,
The Oxford history of contemporary Indian business.
New Delhi: Oxford U.P., 2013.

Gli argomenti del libro:
Indian business at indipendence; Indipendence: a new business climate; Private enterprise in the Nehru era; Free enterprise in the Nehru era; Public sector in the Nehru era; The tumultuous decade; Response to proto-liberalization; Into a new age; Chruning in the private sector; Crisis in family business; Business education and the rise of managerial class; On structure and strategies.



In biblioteca
alla collocazione: L 330.954 TRI OXF


sabato 4 maggio 2013

Marketing cube

Gli autori descrivono l'evoluzione del marketing in Italia, che soprattutto a partire dagli anni duemila è stato influenzato dall'applicazione delle tecnologie digitali e di Internet. La prima parte del volume delinea lo sviluppo del marketing in Italia prendendo in esame specifici settori, quali quello dei servizi sanitari, delle attività culturali, dello sport, e in specifici campi, come il marketing politico e il marketing religioso. Si passa poi alla descrizione delle nuove dimensioni del marketing, tra cui il marketing relazionale e il marketing esperienziale, introducendo alcuni casi aziendali, come Illy, Ikea, Armani e soprattutto Fiat. Alcuni capitoli sono infatti dedicati al caso Fiat, che tra il 2004 e il 2005 lancia una nuova strategia di comunicazione e di promozione del brand, sopratutto con il lancio della nuova Fiat 500. Tra le linee innovative del marketing, vengono affrontate ad esempio le strategie di geomarketing, o marketing locale, volto allo sviluppo del marketing relativo ad un territorio di dimensioni ridotte e a un gruppo di consumatori locali, e, soprattutto, di digital marketing, con l'impiego di Internet e di altri strumenti ad esso collegati (blog, email, reti sociali su Internet, tra cui Facebook e Twitter). L'ultima parte riguarda applicazioni particolari del marketing, nei servizi pubblici, nel settore dell'intrattenimento e delle politiche di sostenibilità sociale da parte delle imprese.

CHERUBINI Sergio - PATTUGLIA Simonetta,
Marketing cube: electronic, emotional, experiential.
Milano: Egea, 2012.

Gli argomenti del libro:
Il marketing in evoluzione; Le nuove dimensioni del marketing; Nuovi strumenti di marketing; Il marketing digitale ovvero la "digital influence"; Nuove applicazioni.


In biblioteca
alla collocazione: L 658.800945 CHE MAR